www.thomasqualmann.com • thomasqualmann@yahoo.co.uk • © Thomas Qualmann 2016
         home
         news   >   Latest updates from Thomas Qualmann
    portfolio       
    biography     
      contact

ARTRIBUNE ARTICLE

Martina Cavallarin 
Artribune, October 2015

http://www.artribune.com/2015/10/look-right-lestate-indiana-a-londra-parte-iv-frieze-saatchi-chanel-hockney-tate/

__________
Excerpt from the article:


Lo studio di Thomas Qualmann a Londra
Il britannico Thomas Qualmann mi accoglie invece nel suo appartamento compreso all’interno di una struttura di vecchie case in mattoni rossi che contraddistinguono le ex zone popolari di Londra e del quartiere di Waterloo in cui ci troviamo, edifici ora riconvertiti attraverso un sistema cooperativo che permette di abitarvi pagando prezzi modici e accessibili. La sua stanza studio è satura di carta, matite, inchiostri. Le pareti sono rivestite da lavori installati in serie per una pratica processuale ossessiva e maniacale, che vede nel trascorrere del tempo, nella serialità sequenziale e nell’elaborazione di un percorso in cui l’errore è segnato, riconvertito e impiegato per una variazione improvvisa di direzione, il cuore della sua ricerca artistica. Il risultato è una mappatura che si tramuta in disegni composti a mano, e c’è da non crederci, di straordinaria precisione. Tom progetta il suo lavoro prevedendo il tempo da impiegare per portare a termine l’opera. Se nelle serie di disegni a parete l’installazione si struttura in un ordine visivo necessario e prestabilito, i disegni creati per realizzare i video sono sequele di centinaia di fogli: ciascun secondo contiene 25 disegni per un totale di 1.800, che sviluppano a una storia animata tra il poetico e il chirurgico, di grande maestria. A dicembre potremmo godere di una sua mostra a Torino mentre, alla stregua di altri colleghi emergenti, ha partecipato a un premio, i vincitori del quale godranno di uno studio gratis per sei mesi e dei materiali per produrre i loro lavori. Se sei talentuoso e determinato, un modo per essere artista a Londra c’è.

No comments:

Post a Comment